Cos’è l’aerogel?

Fino ad ora, non era stato possibile legare il materiale aerogel, conosciuto dal 1931, a materiali tessili su larga scala e in modo industriale. L’aerogel è il solido più leggero del mondo e assomiglia a splendidi granelli di polvere liquidi. Se ne tenessi un campione tra le mani, si diffonderebbe per la stanza in pochissimo tempo a causa della sua leggerezza. Ottenere l’aerogel e legarlo a un tessuto è stata una grande sfida per il team di sviluppo di Outlast. 

Ma cosa si aspettavano gli sviluppatori di Outlast da aerogel?

Ma cosa si aspettavano gli sviluppatori di Outlast da aerogel?

L’aerogel ha una superficie estremamente grande. Dieci grammi di aerogel hanno la superficie di un campo di calcio. Questo perché l’aerogel ha una struttura estremamente fessurata e porosa. C’è molta aria intrappolata all’interno di questi micropori, così che il contenuto d’aria è altissimo: pari al 98%. 
Con qualsiasi isolamento comune, sia che si tratti di imbottitura in piuma, cotone idrofilo o schiuma, la quantità di aria racchiusa determina l’efficacia dell’isolamento. Grazie al suo volume d’aria racchiuso estremamente elevato, l’aerogel è predestinato all’isolamento.

La soluzione

La soluzione

Il team Outlast ha sviluppato un processo innovativo per applicare aerogel a diversi substrati tessili e ha richiesto un brevetto. I materiali AERSULATE® preentano proprietà impressionanti. Sono la soluzione ottimale per tutte le applicazioni in cui è richiesto un ottimo isolamento in uno spazio ridotto e/o funzionalità sotto pressione o umidità. La particolarità è che i materiali AERSULATE® sono molto semplici da lavorare.